Bloody Sound Fucktory - Do It Better, Do It Yourself

Matanza Festival Day 2



When: 21 Giugno 2015
Where: Reasonanz, Loreto (AN)
Eleven years of fuckin service in D.I.Y. Army

Il 2015 è per Bloody Sound l'undicesimo anno di vita e, come al solito, ci teniamo a festeggiare degnamente... e quindi, che Matanza sia! Due giorni di concerti e divertimento assicurato in due delle migliori location del circondario. Sabato 6 giugno e domenica 21 giugno, queste le date da mettere a calendario.
https://www.facebook.com/events/1626236987596770/

La prima giornata di Matanza si terrà nella spledida cornice della Casa della Grancetta di Senigallia. Inizio ore 18, banchetti distro e autoproduzioni, cibo, bar, proiezioni, 5 band e djset coi controcazzi. La serata sarà anche l'occasione per commemorare il recentemente scomparso Francesco Vilotta a.k.a. Mr. Whore, l'anno scorso protagonista sul palco, quest'anno presente più che mai nei nostri cuori. Francesco, a cui Bloody Sound deve molto: senza la sua musica e la sua personalità, ne siamo certi, non saremmo stati gli stessi. Ecco le band che si alterneranno sul palco:

Paperoga - Larry Ale & Tino: cuore e ipersudorazione jesina dal 2008. Palate di noise in piena faccia, wall rides, conati di elettronica e drum beats, tanta merda. No clichè, vedere per credere. E tanto, tanto, amore, con un pizzico di Sweet Superfisting.

Ludmilla Spleen - Fabrianesi trapiantati a Bologna. Bordate hardcore, tinte acide e deliri post-punk. Chitarra, voce e batteria, un live al fulmicotone che sa di tir carico d'acciaio a 150 all'ora in piena faccia.

Supermelodia - Arriva calda calda questa delirante visione della vita. Tutti sotto il palco ad incitarlo ed acclamarlo...!!!SUPERMELODIA!!!

The Emerald Leaves - Kraut psichedelia cosmica volta alla ricerche di trame complesse. Immaginate una jam session in assenza di gravità tra i War On Drugs e i NEU!, o l’anello di congiunzione tra i Pink Floyd più eterei e le sfuriate magiche dei Doors. Chiudete gli occhi, lasciatevi trasportare dalla musica e diventate parti di essa.

Gerda - i pesi massimi della Jesi rumorosa. Noise core sfrenato, voci disperate, groove amputati e chitarre graffianti. Gerda è un cane zoppicante sotto anfetamine. Gerda è tua sorella.

Aftershows DjSet a cura di Andrew Goodweather and His Sensational Records - Anche quest'anno il compito di farci smuovere le chiappe è affidato al soul general maceratese Andrew Goodweather. Afrobeat, Funky, Soul, tutto il meglio direttamente dall'Africa più nera e rigorosamente su vinile. Shake shake assicurato.

La seconda giornata del festival sarà invece ospitata dal Reasonanz di Loreto con cui Bloody Sound ha una lunga storia di collaborazioni e di vera amicizia e che è un po’ la nostra seconda casa. Sarà per noi l’occasione di tenere a battesimo una nuova creatura che opererà autonomamente ma sempre in strettissima connessione con noi, focalizzata però sull’organizzazione di eventi e su un’attività di rappresentanza a tutto tondo (booking, management, promozione) per band dell’etichetta e non: stiamo parlando di BERMUDA, nata dall’esperienza dell’omonima rassegna appena conclusasi.
Come di consueto al Reasonanz si inizia un po’ prima: dalle ore 15 saremo operativi per offrirvi un lungo pomeriggio di cibo (oltre alle solite leccornie veg stavolta sarà presente anche un piccolo stand per mangime a base di carne gestito direttamente da Bloody Sound), bevande, total distro e ovviamente uno tsunami di musica. Sul palco: Micromassive, Deltabeat, Zolle e Surgical Beat Bros. Ad allietare il pre e post concerti una selezione di tutto quanto è stato sfornato dalla Fucktory dal 2004 ad oggi.

Micromassive - è la strana creatura sonora nata dalla collaborazione tra Mattia Coletti (conoscenza storica della Fucktory e fonico di Bachi Da Pietra, Fuzz Orchestra, Ovo, Ronin, Zeus e altri) e Matteo “Tegu” Sideri (attuale batterista dei Ronin). Minimalismi ritmici, suoni reiterati e atmosfere oniriche. In parole povere: elettronica micro-massiva.

Deltabeat - è un trio di musicisti con i controcaxxi guidato dal mitico Eolo Taffi: due bassi e una batteria per un sound maciulla-neuroni figlio del funk-metal più atipico e trasversale. Tra Primus e Zeus con una spruzzatina di Mussorgsky.

Zolle - nasce da una costola dei tellurici Morkobot. "Porkestra", il loro nuovo album appena pubblicato da noi, abbatte il muro che separa la sala pranzo dalla sala prove. Interamente concepito durante il processo digestivo, trasforma lo stare a tavola conviviale in potenza sonora, violenta e positiva. È figlio di umani piaceri momentanei, talvolta straripanti, che possono uccidere.

Surgical Beat Bros - è un duo composto da due pesi massimi dell’underground nazionale: Antonio Zitarelli (Mombu, Neo) e Fabio Recchia (No Hay Banda, Germanotta Youth). La tecnica al servizio dello stordimento, la matematica come pretesto per il terrorismo sonoro. Destrutturazione, ritmiche a mitraglia ed elettronica ossessiva per una sorta di ultima frontiera dell’hardcore.